Da non perdere la sacrestia con i quadri del Caravaggio, Splendida cattedrale dove si possono ammirare dipinti di Caravaggio e Mattia Preti detto 'il cavaliere calabrese'. La decollazione di San Giovanni è l'opera più importante e presiede una grande sala annessa alla cattedrale. L’altare principale fu donato del gran maestro Carafa e l’opera venne creata originariamente dagli artisti Lorenzo Gafà e Giovanni Braccio. 92). La scelta di Caravaggio di dipingere Giovanni Battista come un giovane era piuttosto insolita per l'epoca - il santo, infatti, fino ad allora, era rappresentato come un fanciullo, insieme a Gesù bambino e talvolta accompagnato dalla madre di Gesù; altre volte come un adulto, nell'atto di battezzare Gesù. Nel catino absidale si staglia l'imponente gruppo marmoreo raffigurante il Battesimo di Cristo,[55] realizzato a cavallo tra 1700 e 1703 dallo scultore senese Giuseppe Mazzuoli che sostituì il dipinto Battesimo di Cristo di Mateo Perez d'Alecio collocato in sagrestia. Altro. Un luogo incredibile pieno di storia e di tanta bellezza. Nel tempio si trova anche il San Girolamo scrivente, un'opera più piccola ma carica di simbolismo. Sabato: dalle 9:30 alle 12:30. I migliori regali per viaggiatori hi-tech, Mellieha: tutte le cose da vedere, spiagge e natura, Carnevale a Malta 2020: l’isola in un’altra veste, Spiagge di Malta: la top 10 delle più belle, Ipogeo di Ħal-Saflieni: l’unico tempio sotterraneo al mondo, Noleggiare auto a Malta: le cose utili da sapere, Autobus a Malta: linee, prezzi e carta trasporti, Aeroporto di Malta: come muoversi e tutti i collegamenti. Robb fa notare che il Battista è evidentemente lo stesso ragazzo che fece da modello per Isacco nel Sacrificio di Isacco, che potrebbe datarsi intorno a quello stesso periodo. Travel Blogger, Social Media Strategist e Web Content Writer. L’edificio è a pianta basilicale con la navata principale che misura 15 metri di larghezza per 53 metri di lunghezza. La “Decollazione di san Giovanni Battista” è il grande capolavoro dipinto da Caravaggio a Malta, nonché unica opera firmata del pittore. Adulti: 10€ Solo al 1997 risale il riconoscimento e la ricostruzione delle peripezie vissute dal piccolo dipinto, oggi esposto presso il Museo di Belle Arti di Cetinje in Montenegro. Da visitare minuziosamente in tutte le sue parti. Le pareti in pietra sono interamente lavorate, intarsiate e dipinte color oro. Nel 1800 l'arcipelago divenne protettorato inglese guidato da un governatore[2] e nel 1813 colonia della Corona britannica, nonostante le rimostranze dei Borbone che rivendicavano la sovranità sull'isola. Terza campata: ingresso laterale sinistro. L'icona considerata dalla tradizione opera di San Luca, per gli studi risalente al secolo IX e X secolo, ha attraversato avventurose vicende cominciando, secondo la prima ipotesi, con lo sfuggire alla furia iconoclasta dell'imperatore bizantino Leone III Isaurico. Questa è una versione del sito destinata in generale a chi parla Italiano in Italia. Gash indica anche il delicato chiaroscuro e il leggero trattamento dei contorni e delle sembianze, e le simili sembianze stilistiche nelle opere giovanili di Caravaggio, come il Concerto e San Francesco in estasi. “Verbale per esercitare il diritto di prelazione sul quadro oggetto della dichiarazione n. 47 del 7 settembre 1951”, a firma Giorgio Castelfranchi, Federico Zeri, Corrado Maltese. Anche se in secondo piano, nell’area circostante si possono trovare 3 opere dell’artista Mattia Preti: Hecce Homo, l’Incoronazione di spine e la Crocifissione. Infatti si nota anche uno stile architettonico molto diverso. Il suo Battista ha le mani screpolate, rugose per la fatica e il suo torso pallido che contrasta con l'oscurità dello sfondo ricorda allo spettatore che è stato un vero ragazzo ad essersi spogliato per fare da modello al dipinto - al contrario del Battista di Raffaello, che è astratto e non individualizzato alla pari dei suoi cherubini. Se risiedi in un altro paese o in un'altra area geografica, seleziona la versione appropriata di Tripadvisor dal menu a discesa. Ma i dati forse più interessanti provengono dalle indagini diagnostiche e da una rivelazione. Sotto l’altare principale si trova la sala sotterranea chiamata la Cripta dei Grandi Maestri dove sono conservate le salme dei Grandi Maestri dell’Ordine trasferiti a Malta. Durante la vostra vacanza a Malta non potrete fare a meno di visitare questo capolavoro di architettura barocca, situato nel cuore della capitale in St. John Square.Siete pronti per una visita guidata?Bene, iniziamo! Una cosa straordinaria e assolutamente da non perdere, che si trova nella Cattedrale di San Giovanni, è la Cappella Caravaggio. Uno splendore! [6], Dopo i ripetuti attacchi del corsaro Dragut (1542 e 1546), di Sinan Pascià nel 1551 e la storica vittoria sui turchi ottomani al comando di Solimano il Magnifico nel Grande Assedio del 1565,[7] Oggi, è possibile vedere le lamine in marmo della navata centrale sotto le quali sono sepolti 400 cavalieri dell'Ordine, tra cui il fondatore della capitale maltese, Jean Parisot de la Vallette. Nel frattempo (pochi mesi prima, a Milano, si era svolta la celebre mostra curata da Roberto Longhi su Caravaggio), l'opera era stata assegnata alla Galleria nazionale d'Arte antica di Roma, a Palazzo Corsini, dove resterà esposta fino al 1958, senza tuttavia essere mai restaurata. La storia di Giovanni Battista è tratta dai Vangeli. È conservata nella collezione del Museo Tesoro Catedralicio a Toledo (Spagna), e John Gash (vedi fonti successive) ipotizza che potrebbe essere stata una delle opere eseguite da Caravaggio per il priore dell'Ospedale della Consolazione, come ci riferisce Mancini, uno dei primi biografi dell'artista.Stando al Mancini il priore "successivamente li portò con sé in patria"; sfortunatamente, una versione del manoscritto di Mancini afferma che la patria del priore era Siviglia, mentre altri parlano della Sicilia. Il manufatto giunse a Malta nell'agosto 1639 per essere installato sul prospetto della chiesa del Salvatore affacciato sul Grand Harbour. Coordinate: 35°53′51.21″N 14°30′44.77″E / 35.897558°N 14.512436°E35.897558; 14.512436, La concattedrale di San Giovanni Battista (in maltese: Kon-Katidral ta' San Ġwann) si trova a La Valletta, ed è la concattedrale dell'arcidiocesi di Malta.[1]. Parte della decorazione interna fu commissionata a Mattia Preti il quale la affrescò padroneggiando con eccellenza la tecnica della pittura ad olio direttamente sulla pietra calcarea. Una copia è stata collocata nel timpano della facciata, l'originale restaurato per preservarne lo stato di conservazione, è esposto all'interno del Museo. L'opera comparve finalmente in una mostra nel 1998, per i cent'anni dalla fondazione della Galleria Russo: cominciarono gli accertamenti, venendo pulito da Marcello Lanci «che lo trovò già foderato, parzialmente pulito, “anche se in maniera maldestra”, con stuccature “goffamente ridipinte” e notevoli sollevamenti della pellicola pittorica, tanto da richiedere una nuova foderatura, effettuata dopo la pulitura». Copyright 2009-2020 Travel's Tales | All Rights Reserved | Powered by Antonio Tolu. Autobus: linea 133 fino alla fermata Gang. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.". Il dipinto è stato seriamente danneggiato, soprattutto nel paesaggio. Cattedrale di San Giovanni: Caravaggio a Malta! La Concattedrale di San Giovanni Battista a Valletta è una delle principali attrazioni di Malta e della sua capitale. La chiesa venne terminata nel 1577 e fu dedicata a San Giovanni Battista, il santo patrono dell’Ordine. Scartata la proposta avanzata da Jean de la Valette di costruire una grandiosa chiesa conventuale a Birgu, il completamento del Palazzo del Gran Maestro nella zona fortificata fece protendere per il raggruppamento degli edifici dell'Ordine in un sol luogo, in posizione strategica e difendibile..[6]. Da non perdere sicuramente... ben spiegata (anche troppo) con l'audioguida, offre 2 quadri imperdibili di Caravaggio... la famosa decapitazione è davvero imponente.